Crostata di pesche al vino

Tra una fetta di tiramisù e una pesca bianca al vino, io scelgo la pesca al vino, la metto in frigo e me la gusto dopo cena.

Se poi si utilizza un vino eccellente allora è il massimo.  Nella mistery box del contest Garda Cooking Cup c’è anche una bottiglia di Vino RosaMara 2015 di uve Groppello, Marzemino, Sangiovese e Barbera di Costaripa, un vino dal leggerissimo color rosa, leggero con sentore di fiori di biancospino,  amarena e melograno. Questo è un vino che nasce di notte poche ore dopo la pigiatura, si serve ad una temperatura di 10-12° ed è perfetto per accompagnare pesce di lago o di mare.

Ma ha accompagnato egregiamente anche le mie pesche: dopo averle avvolte, cuocendole delicatamente e rendendole morbide, succose e vellutate si è trasformato in un vino sciropposo denso e  profumato perfetto per il ripieno di una morbida crostata di farina di mais come questa.

Tra gli ingredienti: farina integrale di mais macinata a pietra di Bedizzole e Vino RosaMara 2015 di Costaripa.

crostata di pesche al vino

 

 

5.0 from 1 reviews
Crostata di pesche al vino
 
Author:
Recipe type: dolci
Ingredients
  • Per la frolla all'olio
  • 100 g di farina di mais del Garda
  • 120 g di farina 00
  • 90 g di zucchero a velo
  • 75 g. di olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • per il ripieno
  • 6 pesche (io 3 gialle e 3 bianche)
  • 1 bicchiere di RosaMara di Costaripa
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • una spruzzata di cannella
  • buccia di limone
  • 3 cucchiai di confettura di pesche (io homemade di pesche regina)
Instructions
  1. In una ciotola sciogliete lo zucchero nell'olio, poi unite le farine setacciate con il lievito e amalgamate. Aggiungete l'uovo e il pizzico di sale, lavorate l'impasto fino a farlo diventare liscio ed omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 30 minuti in frigorifero.
  2. Sbucciate le pesche, tagliatele a spicchi e trasferitele in una pentola insieme al vino, allo zucchero di canna, alla buccia di limone e alla cannella. Coprite e fate cuocere circa 20 minuti fino a quando le pesche saranno morbide ed il vino si sarà ridotto ad una consistenza sciropposa.
  3. Stendere la pasta e ricoprire una teglia per crostate rivestita di carta forno, modellate bene i bordi, punzecchiate il fondo con una forchetta e infornatela a 200° per 20 minuti, deve essere asciutta e cotta ma non dorata. Estraetela dal forno, spalmate sul fondo la confettura di pesche poi disponete gli spicchi di pesca. Versate sulla superficie lo sciroppo rimasto nella pentola avendo cura di spennellarlo anche sul bordo. Infornate per altri 10 minuti. Sfornate e fate raffreddare.

 

la pesca al vino

pesche al vino

 

 

Con questa ricetta partecipo alla prima edizione della

logo-garda-cooking-cup

 

13880309_10208154682517449_76352751161304074_n

2 Comments

  • Luna ha detto:

    Mamma mia come mi ingolosisce questa delizia 🙂 Oltretutto mi piace molto la presenza sia della farina di mais che dell’olio di semi, nonchè dello zucchero grezzo. Ingredienti che amo molto!

  • Rosy ha detto:

    Che meraviglia di crostata hai realizzato:)))bravissima Meri:))assolutamente da provare la frolla all’olio della quale ho a dire il vero sempre sentito parlare ma che non ho mai avuto modo di realizzare..la farina di mais inoltre conferisce un sapore ottimo alla crostata,e le pesche cotte in quel modo sono buonissime!Inoltre ha un aspetto perfetto e splendido,davvero troppo invitante:)).
    Grazie mille per la condivisione:)).
    Un bacione:))
    Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rate this recipe: