#tuttimattiperilriso (cacio e pere)

 

 

Quanto è bello fare qualcosa per gli altri? Tutti presi da noi stessi, dalle nostre vite, dai nostri casini spesso non ci accorgiamo che qualcuno ha bisogno di noi, del nostro aiuto. E l’aiuto che possiamo dare non deve per forza essere totalizzante, non sempre ci prende del tempo materiale o ci chiede di essere presenti fisicamente, molto spesso è sufficiente un piccolo gesto, come in questo caso.

 

Il Progetto Itaca Onlus è una Fondazione che promuove programmi di informazione, prevenzione, supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della Salute Mentale e alle loro famiglie.

Questa la loro Mission:

Sensibilizzare la comunità per superare stigma e pregiudizio.

Informare le persone  per prevenire le malattie e per orientare alla diagnosi e alla cura.

Sostenere i malati e le loro famiglie nel percorso di recupero del benessere e della pienezza di vita.

Ed in seno a questo progetto è nato il Club Itaca,  un programma gratuito per l’autonomia socio-lavorativa di persone con una storia di disagio psichico che diventano soci del Club stesso.  Ma non bastano queste informazioni per conoscere la grandezza di questo progetto e perciò vi lascio il link dove potervi informare e scoprire quanto utile siano questa Fondazione ed i suoi volontari.

Nel frattempo possiamo partecipare tutti insieme a #tuttimattiperilriso Sabato 7 e domenica  8 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale giunta alla terza edizione e che quest’anno vede iFood come media partner dell’iniziativa.

I Volontari, i Soci/Utenti e lo Staff di Progetto Itaca saranno presenti nelle piazze, per offrire una confezione personalizzata di riso Carnaroli da 1 kg in cambio di una piccola donazione e qualora aveste anche del tempo da donare è possibile partecipare attivamente ai banchetti, diventando #volontariperungiorno per la salute mentale. Basta impegnarsi poche ore per offrire il vostro contributo! Per ogni informazione e per scoprire la piazza più vicina è sufficiente cliccare su questo link

Vi suggerisco anche una ricetta da preparare con l’ottimo riso carnaroli offerto dal Progetto Itaca:

Print Recipe
Riso cacio e pere
Un appetitoso risotto in cui si alternano sapori decisi e delicati fondendosi perfettamente
Porzioni
2
Ingredienti
  • 160 g riso carnaroli
  • 1 pera
  • 60 g gorgonzola
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 noce di burro per mantecare
  • 1 o 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • qb sale
per il brodo vegetale
  • 1 carota
  • 1 costina di sedano
  • 1 zucchina piccola
  • 1 cipolla piccola
  • 1 presa di sale grosso
Porzioni
2
Ingredienti
  • 160 g riso carnaroli
  • 1 pera
  • 60 g gorgonzola
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 noce di burro per mantecare
  • 1 o 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • qb sale
per il brodo vegetale
  • 1 carota
  • 1 costina di sedano
  • 1 zucchina piccola
  • 1 cipolla piccola
  • 1 presa di sale grosso
Istruzioni
  1. In una pentola versare un litro d'acqua, aggiungere le verdure per il brodo vegetale ed il sale. Coprire e portare ad ebollizione, poi abbassare al minimo la fiamma e lasciare sobbollire. In una casseruola scaldare i due cucchiai d'olio poi unire il riso e, mescolando, farlo tostare per circa 2 minuti. Sfumare con il brodo e continuare la cottura aggiungendone altro quando necessario. Quasi a fine cottura aggiungere il gorgonzola amalgamandolo al riso, poi unire le pere tagliate in piccoli cubetti, mescolare e finire la cottura. Se necessario salare leggermente. A fiamma spenta aggiungere la noce di burro e se si gradisce uno o due cucchiai di parmigiano grattugiato.

 

 

4 Comments

  • edvige ha detto:

    Buono semplice gustoso. Buona serata

  • Luna ha detto:

    Il riso lo adoro e lo mangerei ogni giorno cucinato a risotto con tanti diversi ingredienti! Cacio e pere però mi manca davvero, gnam!!! Apprezzo chi nel proprio piccolo cerca di aiutare il prossimo, è gratificante e segno di persona sensibile ed altruista.

  • marisa ha detto:

    sono importanti questi progetti! non solo le persone che vivono questi disagi hanno bisogno di qualcuno che crede in loro ma soprattutto le loro famiglie che si trovano da sole a dover affrontare delle situazioni dolorose con il pensiero sempre e costante che quando loro non ci saranno più questi figli rimarranno da soli forse abbandonati a loro stessi.
    Io lo so bene perchè sono interessata in prima persona e mi rendo conto che qualsiasi aiuto qualsiasi cosa è utile per fare un piccolo passo! noi siamo un minuscolo gruppo di genitori che vorremmo migliorare la vita dei nostri figli , anche futura, cercando di ritagliare loro uno spazio dove il loro lavoro sia considerato ed apprezzato e ti assicuro che è un’impresa nn facile dare una dignità a delle persone che in una società come la nostra sono lasciate sempre ai margini!
    il tuo risotto è molto interessante e sicuramente lo proverò, mi viene in mente di metterci anche qualche noce!!
    baci

  • SABRINA RABBIA ha detto:

    SEI UNA PERSONA MOLTO SENSIBILE LO SAPEVO BRAVA!!!OTTIMO IL TUO RISOTTO, DEVO PROVARLO!!!BACI SABRY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.